Aspettando Uvernada

Il 27-28-29 settembre 2019 la Valle Stura ospiterà la XXIX Festa di Lou Dalfin. Il gruppo leader della musica d’òc torna alle proprie origini geografiche.

 

 

 

La festa

 

Nata nel 1991 come occasione per ringraziare il pubblico che con tanta costanza aveva partecipato ai concerti di quell’estate, la manifestazione è diventata nel corso degli anni un appuntamento insostituibile per gli appassionati della cultura occitana. Sul palco delle varie edizioni si sono alternati in questi tre decenni tutti i principali gruppi della musica d’òc cis/transalpina e dintorni da Massilia Soud System alla Talvera, da Patrick Bouffard a Castanha e Vinovel, passando per Modena City Ramblers e Dubioza Collectiv. Seminari, mostre, balli, convegni e incontri hanno completato e arricchito il panorama di ogni scadenza annuale.

 

Per la XXIX Edizione, il gruppo raddoppia e ritorna a Demonte, dove tutto ebbe inizio, e invita amici e pubblico a una nuova tre giorni di strumenti, musica e danza. A fine ottobre Lou Dalfin ritorneranno poi sul palco, questa volta a Saluzzo, per una nuova edizione di Uvernada, la grande festa d’autunno delle genti occitane, in collaborazione con Occit’amo Festival e Terres Monviso.

 

 

 

 

 

Il programma

 

L’edizione 2019 della Festa di Lou Dalfin prevede una durata di tre giorni nella cornice della bellissima Valle Stura:

 

Venerdì 27/09 Aisone (Centro Fondo)

 

Dalle ore 21,30 Immagini in musica: proiezione dei migliori scatti di Primadoc 2019 a cura della Community Fotografica di Instagram Ig Piemonte, commentati dalla musica di Simonetta Baudino e Giuseppe Quattromini. Lou Pitakass in concerto con presentazione del nuovo disco.

 

 

Sabato 28/09 Demonte

 

Nel pomeriggio inaugurazione della Mostra di Liuteria. Ghironde, cornamuse, flauti, organetti presentati dai migliori artigiani del settore.

 

Dalle ore 18,30 nei bar del paese Cassa-crosta (apericena) con musica dei gruppi Lou Sitour, Jean Paul Faraut , Dario Robi e Fabri.

 

Ore 21,30 (Palatenda) grande ballo con Bogianen e Quimera con ospiti

 

 

 

Domenica 29/09 Demonte

 

Dal mattino: Mostra della Liuteria e Lo Ferre que talha (mostra di coltelli occitani)

 

Ore 12,30 (Palatenda) grande pranzo occitano

 

Ore 15,00 (Palatenda) concerto con Lou Seriol e Lou Dalfin

 

Ore 19,00 Festiona (A Lu Bac) Aperitivo di commiato

 

 

 

 

 

 


UVERNADA 2019

 

 

Giovedì 31 ottobre - Ore 18

Cine Teatro Magda Olivero - Saluzzo

Presentazione del Progetto Suoni del Futuro Remoto

Interventi di:

Mauro Calderoni, Sindaco di Saluzzo

Paolo Verri, Direttore Fondazione Matera-Basilicata 2019

Gianfranco Mattalia, Direttore APM

Luigi Esposito, Onyx Jazz Club Matera

Chiara Rizzi, Onyx Jazz Club

In collaborazione con Comune di Saluzzo e Scuola Alto Perfezionamento Musicale

Ore 19.30

I tamburi a Frizione

Raccanto: Il CantoRaccontato di e con Rino Locantore

ingresso gratuito

 

Venerdì 1 novembre - Ore 21

Pala CRS - Saluzzo

SFR – Suoni del Futuro Remoto, Partitura per Orchestra e Suoni Naturali

Collettivo Onyx

Joe Johnson, Composizione e direzione

Massimo Ottoni, videoArt

Unibanda, Campionament

In collaborazione con Comune di Saluzzo e Scuola Alto Perfezionamento Musicale

Ingresso € 5

 

Sabato 2 novembre - mattino

Mercato di Saluzzo

Jean Paul Faraut e il suo fifre alla guida di un manipolo di tamburi che percorrono le vie dell’antico mercato saluzzese. I prodotti della terra

 

Sabato 2 novembre - ore 21.30

Pala CRS

Lou Dalfin + Lou Tapage

ingresso unico € 8

 

Info www.occitamofestival.it

Facebook @occitamo @uvernada @loudaldin @fondazioneamletobertoni

Fondazione Amleto Bertoni, piazza Montebello 1, Saluzzo

  Tel. 0175-43527 Cell. 346-9499587 - www.fondazionebertoni.it

 


Gli scatti di #Chiara Bruno - Fotografo ufficiale Occit'amo Festival


Calendario 2019





Occit’amo in tour #fuorifestival

PUYCALVEL – LOT

 6/7 aprile 2019

 

Stage di cornamuse occitane con Robert Matta e Sergio Berado

 

Il Lot è un dipartimento francese della regione francese dell'Occitania che prende il nome dall'omonimo fiume che lo attraversa.

Dal Lot inizia un nuovo tour targato Occit’amo, un tour all’insegna della narrazione della Regione occitana. Sergio Berardo, seguito da un fotografo/video maker, racconterà una terra, la sua musica, le sue tradizioni. Lo farà guidando sino a Lot e riprendendo ciò che vede passo dopo passo.

Insieme a Robert Mattà farà musica con il pubblico francese e poi riporterà in Italia materiale che in estate sarà lavorato e utilizzato come docufilm nelle tappe collaterali del Festival.

 

 

 


Espaci d'Oc ... pensieri in lingua Occitana - a cura di Mariano Allocco


Salita al Monviso in Ghironda - agosto 2018



CHAU VALADAS

 

Chau Valadas è la rubrica che vi accompagnerà nei mesi che ci separano dall'edizione 2017 del festival e che vuole narrare storie, esperienze, idee, musica, gusto, sport, montagna. Protagonista, la cultura ed il territorio delle Valli Occitane, quella cultura e quel territorio aperti al futuro e che vogliono appunto raccontarsi.

Primo articolo, l'intervista ad un musicista che è "entrato" nella musica occitana portando il suo bagaglio di ricerca ed innovazione: Madaski. Ha incontrato Sergio Berardo e ha deciso di imbarcarsi in un'avventura, il GRAN BAL DUB. Oggi, 20 gennaio, eccoVi un disco, nato con Occit'Amo 2016.



Informazioni

Numeri utili per il Festival Occit'Amo

Locations

Scopri le locations del Festival Occit'Amo

I vostri selfie

Inviaci il tuo selfie del Festival Occit'Amo





Con il sostegno di



I partners