Occit'amo all'EXPO - 11 Ottobre, ore 16

“Occit’amo” all’Expo: Domenica 11 Ottobre, all’ingresso del Padiglione Italia, dalle ore 16, ci sarà un pezzo d’Occitania grazie a Paolo Ferrari (autore del libro sui Lou Dalfin edito da Fusta) che racconterà questa terra “misteriosa” ma fondante della cultura europea i cui confini corrono dal Cuneese ai Pirenei e anche oltre con la valle d’Aran in Spagna e Guardia Piemontese in Calabria.

A dare voci e suoni alla cultura occitana sarà il gruppo “Minima Courenta” che si definisce un laboratorio di ricerca sonora sulle danze tradizionali e quindi coinvolgerà i numerosi visitatori del Padiglione Italia. Il gruppo è stato fondato dal bassista e produttore Fabrizio Carletto (che si definisce “un cane da pastore”): con lui Roberto Avena e Roberto Tentori alle fisarmoniche, Matteo Lamberti chitarra e Fabio Pirotti percussioni. In programma brani del loro recente lavoro discografico intitolato “Al Bon Pi Dreit”.

Una bella occasione per presentare al grande pubblico, quindi, sia l’Occitania sia la prima edizione del festival “Occit’amo” che ha saputo dare voce a questa realtà riunendo sei valli e numerosi comuni in un cartellone di iniziative che hanno avuto un buon successo.

L’ultima settima di ottobre “Occit’amo” si chiuderà a Saluzzo con una serie di appuntamenti nei luoghi più belli della città per concludersi con l’”Uvernada” in programma il 30 e 31 ottobre e il 1 novembre con concerti, esposizione di strumenti musicali tradizionali, ristorante con prodotti tipici.

Informazioni su www.occitamofestival.it 

Scrivi commento

Commenti: 0