• Sabato 3 agosto 2019 – ore 17.30

          San Damiano Macra

 

LA FABBRICA DEI SUONI

 

                                                         Laboratorio didattico intorno alla musica rivolto ai bambini dai 5 ai 13 anni 

 

  • Sabato 3 agosto 2019 – ore 22.00 

            San Damiano Macra – Arena Spettacoli

 

LOU SERIOL

 

Nati nel 1992 come gruppo di musica trad Lou Seriol è diventato nel corso degli anni una delle band più longeve e conosciute del panorama della nuova musica tradizionale occitana. Dai primordi acustici alla formazione attuale il fil-rouge è quello della trad-innovazione rigorosamente in lingua d’Oc. Organetto diatonico, auti, voci vengono affiancati dai ritmi delle ballate occitane e il tutto viene rivisto e stravolto fondendo sonorità antiche con l’attualità pop e rock del tempo. Le influenze richiamano la pachanka, il reggae, il punck il mix risulta esplosivo e coinvolgente. Brani tradizionali come “Au pont de Mirabel” diventano ballad storiche e nuove composizioni come “Laiseme” si annoverano come uno dei classici della nuova musica di composizione occitana. Innovare per non dimenticare, innovare per sentirsi vivi e far vivere una musica e una cultura pulsante nei cuori dei componenti della band, codificandola in mille sfaccettature ma facendo fede allo spirito popolare da cui si proviene.

Lo spirito sicuramente è quello della festa ma anche e soprattutto la era rivendicazione della propria terra, veicolando la comunicazione dei grandi temi globali vicino a quelli locali senza mai dimenticare la sensibilizzazione e la riscoperta di una lingua e tradizione che continua a vivere, nelle musiche e nei testi delle canzoni, verso un pubblico che non sempre conosce la realtà Occitana ma soprattutto verso quel pubblico occitano che parla in lingua d’Oc. In 25 anni di palchi tante le collaborazioni e gli incontri tra i quali Lou Dalfin, Massilia Sound System, Sustraia, Manu Chao, Zebda, La Troba Kung-Fu, Nux Vomica , Silverio Pessoa... che hanno arricchito le sonorità e le sfumature che si leggono oggi nel sound Seriol. Oltre ai festeggiamenti per i 25 anni di attività rigorosamente sul palco, i Lou Seriol hanno appena pubblicato il nuovissimo disco di inediti “Occitan”. 

 

  • Domenica 4 agosto 2019 – ore 16.00 

            Canosio - Piazza del Comune

 

JEAN PAUL FARAUT TRIO

 

Animatori instancabili delle feste popolari di Nizza e del suo arrière-pays, membri permanenti del collettivo “Lo Cepon” di Vence, da oltre un decennio portano in giro per il mondo gli strumenti tradizionali della loro terra.

 

ore 21.0

Canosio - Piazzetta della Chiesa (20 m da Piazza del Comune)

CINECAMPER di Nuovi Mondi Festival 

Valley Uprising

 

Valley Uprising è un lungometraggio di 90 minuti prodotto dalla Sender Films, vincitore del BANFF Mountain Film Festival del 2014 che ripercorre la storia alpinistica dello Yosemite dalla sua nascita nei primi anni 20 fino ai giorni nostri.

 

Lo Yosemite sta all’alpinismo americano, come nessun altro luogo sta all’alpinismo europeo. È stata la culla dell’alpinismo anni 50/60 in cui personaggi come Yvon Chouinard, fondatore di Patagonia, facevano la comparsa; ha visto il nascere dell’arrampicata atletica e muscolare, ha visto la comparsa della prima climber donna, Lynn Hill, ad effettuare la prima salita in libera della via The Nose su El Capitan.

 

Si arriva fino ai giorni nostri con le interpretazioni dell’arrampicata più estrema, con la testimonianza più che mai intensa, dopo la sua morte, del compianto Dean Potter fino al free soloist più famoso e forte dei giorni nostri Alex Honnold.

 

Valley Uprising non è solo un film per capire le radici dell’alpinismo made in USA ma anche per comprendere come questo si fonda negli anni con i vari movimenti culturali, dal periodo pacifista durante la guerra del Vietnam, all’edonismo anni 80 alla cultura degli sport estremi.

 

 

  • Lunedì 5 agosto 2019 – Area Archeologica Roccerè

           Ore 17.15 - Santuario Valmala - incontro per partire in auto alla volta del colle

 Ore 18.00 - Partenza a piedi dal Colle della Chabra

 

Il Parco Archeologico incontra le Cornamuse della Grande Orchestra Occitana

 

Sullo spartiacque tra Val Maira e Val Varaita un facile passeggiata che ci porta sulla vetta del Monte Roccerè, importante punto archeologico in quanto rappresenta una delle aree più interessanti del territorio, dove antiche e misteriose coppelle scolpite nella roccia testimoniano i primi insediamenti umani reperibili in Valle Maira. Qui la musica delle Cornamuse sarà accompagnamento di “pellegrini” curiosi di conoscere storia e musica.

 

Portare con se torcia e attrezzatura da montagna (vestiario adatto)