Occit'amo 2018

Lunedì 9 luglio 2018 – ore 20.30

 

Cortile della Fondazione Amleto Bertoni P.zza Montebello 1, Saluzzo

 Apertura casse ore 16.00 / Apertura cancelli ore 19.00

 Dalle ore 19.00 il Food e le Birre targate TERRE DEL MONVISO

 FRANCESCO DE GREGORI in concerto

 

Artista fra i più importanti della scena musicale italiana, nelle sue canzoni si incontrano musicalmente sonorità varie, dal rock alla canzone d'autore, con a volte riferimenti anche alla musica popolare, mentre nelle liriche c'è un ampio uso della sinestesia e della metafora, spesso di non immediata interpretazione, con passaggi di ispirazione intimista, letterario-poetica ed etico-politica, in cui trovano spazio riferimenti all'attualità e alla storia.

 

È spesso definito cantautore e poeta, sebbene egli preferisca essere identificato semplicemente come "artista". È, inoltre, uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con sei Targhe Tenco e un Premio Le parole della musica.

 

Il successo arriva nel 1975 con il suo quarto album Rimmel contenente l’omonima canzone e, soprattutto, Buonanotte Fiorellino. Nel corso della sua carriera musicale ha collaborato con numerosi artisti italiani, fra i quali Lucio Dalla, Fabrizio De André, Luciano Ligabue e molti altri.

 

Le canzoni di Francesco De Gregori sono sempre state misteriose e visionarie, così libere, stravaganti nelle suggestioni e nei significati invisibili da farti sentire, insieme al potere incantatore della sua voce, più verità della vita reale. Alice, Donna cannone, La leva calcistica della classe '68, Finestre rotte, Vai in Africa Celestino, Santa Lucia, Titanic, Viva l'Italia, Per le strade di Roma, Fiorellino... Da poco le ricanta, riarrangiate e rinate, e l'album, Vivavoce, è andato così bene che dal 20 marzo 2015 da Roma ha iniziato un nuovo, lunghissimo tour: segno che De Gregori ha continuato a tenere in tensione quel filo che da quarant'anni, ventuno album, quindici live e dodici raccolte, lo lega al pubblico. Ma anche a se stesso.

 

Il Food

Dalle ore 19,00, appena entrati, spazio al gusto.

La serata sarà occasione per presentare e gustare i cibi del territorio. A cura di ? sarà allestito uno spazio food che vedrà protagonista ….

E le birre? Ovviamente sarà presentata una selezione C'è FERMENTO che vedrà protagonisti i birrifici del territorio MOVE!

 

 Ingresso unico € 20

 Prevendite circuito TicketOne € 23

 Vendita diretta presso gli uffici della Fondazione Amleto Bertoni

 ATL Cuneo e IAT delle vallate

 

Info www.occitamofestival.it - Facebook @occitamo

 



Il Festival Occit'amo 2016


Occit’Amo, Festival delle Terre del Monviso e delle Valli Occitane, ha l’ambizioso obiettivo di ricreare la magica atmosfera del connubio tra la musica popolare, etnica e tradizionale e il fascino di tesori d’arte disseminati in chiese e cappelle, palcoscenici inusuali sulle montagne delle Valli PoValle SturaInfernotto, Varaita, Maira e Grana, nella Saluzzo ex capitale del Marchesato, e nei comuni di: Verzuolo, Manta, Lagnasco, ScarnafigiMoretta.

 

Un legame intrecciato da una storia plurisecolare, che ha avvicinato la pianura alle comunità delle valli.

Un festival che vuole riscoprire le tradizioni popolari e la cultura occitana e che guarda anche oltre il Monviso e le Alpi, verso il sud della Francia, i Paesi Baschi, la Catalogna e l’Irlanda, che ci consente un ambizioso obiettivo di più largo respiro internazionale.

 

Occit’Amo è una grande occasione per affermare, attraverso la cultura e la musica, identità e tradizione, e inne la nostra storia.

L’obiettivo di questo festival si coniuga attraverso questi semplici verbi: riscoprire la nostra identità, la nostra storia, unire attraverso la musica, valorizzare le tradizioni e la cultura popolare, coinvolgere gli artisti e i territori.

 


Programma 2016